IA180R
Integrato a stato solido classe D (180W/CH) stadio phono in nero o argento
Integrati
Una vera famiglia
L’amplificatore integrato IA180 è l’ultimo in una linea di tre modelli che condividono un certo numero di funzioni, oltre ad essere ergonomicamente intuitivi e dotati di un’interfaccia facile da usare e che permette una transizione graduale nel passare da un modello all’altro. 

Il concetto
Interamente realizzato in acciaio zincato, il ruolo del telaio di un amplificatore è quello di fornire una base stabile e rigida per le varie schede elettroniche e di proteggere tutti i circuiti dai disturbi elettromagnetici esterni e dall'esposizione alle alte frequenze, molto comuni negli ambienti odierni. Il pannello frontale in alluminio aggiunge un tocco particolare a tutti i tre modelli, dando un’impressione di elegante sobrietà, dove il minimalismo e la facilità d'uso si combinano armoniosamente. Un encoder rotativo digitale guidato da un micro-controllo, permette di impostare il livello dell’uscita cuffia, che può presentare valori diversi da quello del volume principale, mentre altri sei pulsanti danno accesso alle funzioni essenziali, mantenendo volutamente la più semplice facilità d’uso. Il display blu a 10 caratteri visualizza tutte le informazioni necessarie in tempo reale. Tutti i connettori sono placcati in oro e per le uscite dei diffusori sono impiegati morsetti identici a quelli usati dai migliori produttori, in grado di accettare sia connettori a banana, sia cavi nudi fino ad una sezione di 10 mm². Inoltre i morsetti sono totalmente isolati, eliminando la possibilità di corto circuiti; nessun altro amplificatore integrato nella stessa categoria offre connettori di questo tipo. Una striscia di polimero serigrafato da 175μm di spessore sul pannello posteriore fornisce un perfetto isolamento tra i connettori e il telaio in acciaio, in modo da evitare l’insorgere di anelli di massa. Infine, il gruppo di alimentazione consente l’utilizzo di un cavo IEC (fornito con l’unità.) L’utente può comunque utilizzare cavi di qualità superiore realizzati da altri produttori. La cover superiore, in alluminio anodizzato, disponibile nei colori argento o nero si abbina perfettamente al pannello frontale, il cui effetto spazzolato dà all’amplificatore un’ottima impronta distintiva. Disponibile anche il telecomando opzionale.  

Alimentazione
Se c’è un componente audio la cui qualità dipende quasi interamente dallo stadio di alimentazione, questo è l'amplificatore integrato. Si tratta infatti di apparecchi che richiedono molte attenzioni perché nello stesso tempo e nello stesso ambiente sono trattati molti tipi di segnale: segnali deboli e di piccola ampiezza assieme ad altri forti o molto forti, specie se i diffusori sono a bassa impedenza. Questo è ancor più vero per tutti gli amplificatori integrati Micromega, che essendo dotati di ingresso phono, rendono il problema ancora più delicato, dato che in questo caso si richiede un filtraggio dell'alimentazione estremamente ottimizzato perché il segnale deve essere equalizzato in accordo alla curva RIAA. In pratica si tratta di enfatizzare le frequenze basse di 20 dB e di de-enfatizzare quelle alte di 20 dB per ottenere una risposta in frequenza lineare tra 20 Hz e 20 kHz quando la cartuccia fonografica legge il solchi in vinile. Se la de-enfasi non pone particolari problemi, tranne il rispetto della fase, l’enfasi della gamma bassa presenta un picco a 50 Hz, in molti paesi la stessa frequenza della corrente elettrica che entra nelle case. Tenendo presente quanto appena detto, abbiamo optato per due trasformatori: uno di tipo R-Core per tutti i circuiti di preamplificazione ed uno toroidale, esclusivamente per la sezione di potenza. I trasformatori toroidali sono silenziosi ed offrono un rapporto potenza/dimensioni molto favorevole. Inoltre la loro realizzazione consente un perfetto allineamento tra gli avvolgimenti, condizione necessaria per una buona reiezione di modo comune. Un trasformatore di questo tipo è stato appositamente progettato per l’IA180, che richiede capacità dinamiche molto elevate per garantire vividezza e trasparenza al messaggio musicale. Va poi ricordato che in un amplificatore ad alta fedeltà non è tanto la potenza continua ad essere importante, quanto la potenza istantanea, che a sua volta dipende dal dimensionamento dell’alimentazione. Anche la velocità con cui lo stadio di alimentazione reagisce è importante per la qualità musicale, quindi deve essere considerata in fase di progettazione. Oggi, i trasformatori possono adattarsi ad ogni tipo di richiesta ed a seconda dei materiali impiegati e del tipo di avvolgimento adottato è possibile produrre trasformatori idonei per qualsiasi applicazione. Ovviamente, gli amplificatori che utilizzano componenti più economici sono ben lungi dall'essere ottimizzati e spesso per aggirare tale lacuna devono essere usati trasformatori di maggiori dimensioni. Grazie ad un potente software CAD di simulazione, per l’IA180 abbiamo progettato un trasformatore specifico le cui caratteristiche si abbinano perfettamente alle esigenze dell’amplificatore. Ciò vale anche per gli altri componenti dello stadio di alimentazione, come il diodi rettificatori o i condensatori di filtro. Misurazioni drastiche hanno eliminato tutte quelle parti con caratteristiche che non hanno superato i nostri requisiti tecnici. Tenendo presente l'importanza di un’ampia resa dinamica, la scelta è caduta su un raddrizzatore a ponte che fornisce una corrente di oltre 25 A arrivando a picchi di 200 A. I condensatori di filtro sono stati sottoposti a rigide selezioni che hanno portato all’eliminazione della loro vasta maggioranza, promovendo solo quelli che hanno mostrato i valori più bassi di impedenza e di induttanza. 

La scheda d’ingresso        
L’IA180 impiega la stessa scheda d’ingresso degli altri due amplificatori integrati della stessa linea: l’IA60 e l’IA180 e per soddisfare le odierne esigenze offre i seguenti ingressi: PHONO, AN1, AN2, AN3, AN4 e iPod/iDok. Sono inoltre presenti altre caratteristiche, come ad esempio un circuito di controllo, un ingresso PROCESSORE, un ingresso/uscita SUB per consentire la funzionalità 2.1 ed un controllo separato sul sub per entrambi i modi. Particolare cura è stata posta nella progettazione dell'ingresso phono e del suo stadio, che accetta cartucce a magnete mobile. Anche se il CD ha invaso il pianeta, molti audiofili rimangono estremamente attaccati alla loro collezione di dischi in vinile e quindi ci è sembrato essenziale soddisfare le loro esigenze. Inoltre, gli appassionati di musica apprezzeranno la possibilità di ascoltare la musica distribuita da etichette specializzate in produzioni musicali esclusivamente su vinile. Il circuito utilizzato ha una propria alimentazione regolata che elimina al massimo le interferenze con altri circuiti attivi, in modo da offrire una equalizzazione RIAA molto precisa. I segnali a livello di linea sono selezionati mediante relè di alta qualità e separati con amplificatori operazionali Jfet per evitare il caricamento degli ingressi. Il circuito di controllo è indipendente e l'uscita registratore è anch’essa separata per evitare fenomeni di distorsione. Il controllo del volume è assicurato da un circuito Cirrus Logic CS3310 di ben nota qualità, mentre l'uscita cuffia sul pannello frontale utilizza un piccolo amplificatore stereo capace di fornire abbastanza corrente per evitare problemi con cuffie a bassa impedenza, pilotando con dinamiche superbe carichi compresi tra 32 e 600 Ω. Molto spesso le uscite cuffia fanno uso di amplificatori di scarsa qualità, ma consapevoli del fatto che molti appassionati amano questo tipo di ascolto, abbiamo deciso di soddisfare le loro necessità eliminando il bisogno di acquistare un amplificatore specifico per cuffie, spesso estremamente costoso. Gli stadi di uscita sono affidati ad amplificatori operazionali di elevata qualità, raggiunti da un proprio ramo dei circuiti di alimentazione, cosa che assicura un perfetto isolamento tra le varie sezioni della scheda ed evita problemi di diafonia o di intermodulazione. Un relè, scelto per la sua affidabilità e per la capacità di trattare correnti elevate, permette la commutazione tra l'uscita della scheda e l'ingresso processore, prima che il segnale arrivi direttamente alla sezione di potenza dell’IA180. Infine, un circuito ad alta velocità che rileva la presenza o meno dell’alimentazione AC evita ai diffusori qualsiasi rischio nel caso di improvvisa mancanza di energia elettrica. Tutti gli ingressi a livello di linea possono essere richiamati da un elenco memorizzato all’interno dell'unità ed una stazione iDok dedicata sarà presto disponibile per consentire il controllo di tutte le unità iPod mediante il telecomando opzionale dell’IA180. 

L'amplificazione di potenza
Dopo molte ore di ascolto con diversi tipi di musica abbiamo selezionato due moduli UDC180HG quali dispositivi di potenza dell’IA180. I risultati degli ascolti in questa particolare configurazione sono stati sorprendenti. Infatti, anche con diffusori di bassa impedenza e sensibilità, l’IA180 è in grado di riprodurre qualsiasi tipo di musica col minimo sforzo. Trasparenza ed apertura sono due vere virtù di questo amplificatore, in parte grazie alla sua tecnologia ed alla particolare alimentazione dual mono. Il dissipatore di calore, appositamente progettato secondo la tecnologia pressed fin, mantiene i moduli entro un intervallo di temperatura molto ragionevole, in ogni circostanza, cosa importante perché tutti gli audiofili sanno fin troppo bene che l'alta temperatura è un vero nemico, soprattutto per i condensatori elettrolitici, che tendono a seccarsi e ad andare fuori uso. I connettori di uscita utilizzano alette speciali con cavo di diametro pari a mm 1,6 (AWG14) per assicurare una perfetta trasferimento di corrente. Il cablaggio tra la scheda di ingresso e la sezione di potenza è ottenuto con cavi schermati per evitare che ronzii e rumori raggiungano i moduli di potenza. La modalità di stand-by evita l’ eccessivo consumo di energia quando l’unità è inattiva e per consentire il recupero veloce delle condizioni di ascolto ideali. 

Un equilibrio delicato
L’IA180 offre tutti i vantaggi di un grande prodotto, più una qualità che ben pochi componenti audio possono vantare: la capacità di attrarre l'ascoltatore nel mondo della vera riproduzione sonora, dove il sistema scompare e lascia tutto il posto all’esperienza musicale.  
Ingressi linea: 5
Sensibilità ingresso linea: 280 mV
Impedenza ingresso linea: 47 kΩ
Ingresso phono MM: 1
Sensibilità ingresso Phono: 5 mV
Impdenza ingresso Phono: 47 kΩ
Ingresso processore: 1
Guadagno ingresso processore: 26 dB
Ingresso sub: 1
Modalità 2.1: Si
Uscita Pre: Si
Impedenza d'uscita Tape out: 600 Ω
Potenza d'uscita Cuffia: 2 W
Impedenza minima Cuffia: 32 Ω
Potenza d'uscita (4Ω): 2 x 180 W
Impedenza d'uscita (1 kHz): < 20 mΩ Gamma Banda 10 Hz – 100 kHz THD + rumore (20Hz-20 kHz) < 0.02%
Consumo Max: 400 W
Dimensioni: 430 mm L x 290 mm P x 69 mm A
Peso: 12 kg


Compila il modulo per avere maggiori informazioni:

Nome Cognome
Email
Indirizzo completo
Richiesta
Maecenas vulputate porttitor est ac gravida. Integer ornare vehicula pharetra. Nullam eu ultricies mi. Phasellus semper erat tellus, a pharetra metus congue a. Sed tempor tempor erat vel fermentum. Aenean porttitor metus nec massa blandit ultricies. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Fusce iaculis felis felis, vitae congue ligula vestibulum eget.

TEST DRIVE : Reference 10 XV 1000-AA
RAGIONE SOCIALE
asòodf asjdf lasijdf lasijd flsaij fs
ij wqlifj ijef

Guarda la scheda Rivenditore >>